Secondo la classifica stilata da Pwc per Cities of opportunity 2016, Milano è la migliore città italiana sotto diversi punti di vista. Il capoluogo lombardo si è piazzato al diciottesimo posto all’interno di un elenco delle trenta maggiori città a livello mondiale, risultando prima e unica in Italia. Il posizionamento è stato guadagnato attraverso sei criteri di giudizio, che Milano avrebbe egregiamente conquistato.

Come migliore città italiana e diciottesima in tutto il mondo, Milano ha dalla sua il fatto di possedere una forte immagine a livello internazionale, di essere la capitale della moda ma anche della movida e di essere sempre in testa quando si tratta di trovarsi al passo con i tempi tecnologici ed economici.

Dieci i parametri presi in considerazione da Pwc per stilare la classifica tra cui trasporti e infrastrutture, innovazione, sviluppo delle tecnologie, sicurezza, salute, ambiente, vivibilità e costo della vita… tutti criteri che hanno permesso a Milano di entrare nella top 30 e di staccare tutte le altre città italiane.

Pur essendo lontana rispetto ad altre città che occupano le posizioni più alte della classifica (come Londra, Singapore oppure Toronto), Milano risulta la migliore città italiane e la diciottesima al mondo perché può contare su ottimi riscontri dal punto di vista della sicurezza, della qualità dell’ambiente naturale, della sostenibilità, dei trasporti pubblici e della salute.

Per quanto riguarda più nel dettaglio i singoli aspetti, Milano è la migliore città italiana in fatto di sicurezza (quattordicesima al mondo), sedicesima al mondo per i trasporti e le infrastrutture.

Questa la classifica delle prime sette città al mondo:

  1. Londra
  2. Singapore
  3. Toronto
  4. Parigi
  5. Amsterdam
  6. New York
  7. Stoccolma