Nuova tragedia nel Mar Egeo. Un barcone con una trentina di migranti a bordo si è capovolto al largo delle coste turche provocando la morte di 18 persone. La notizia è stata riportata dall’agenzia Anadolu che ha aggiunto che altre 14 persone sono state tratte in salvo e hanno raccontato l’accaduto. Tra i deceduti ci sarebbero anche bambini. A bordo dell’imbarcazione, diretta da Bodrum verso l’isola greca di Kos, c’erano rifugiati, provenienti da Siria, Iraq e Pakistan.

Dopo l’ultimo incidente avvenuto lo scorso venerdì, con altri cinque bambini morti in due naufragi costati complessivamente otto morti sempre al largo della Turchia, oggi la Capitaneria di porto turca ha dovuto allertare nuovamente le agenzie di stampa. Il naufragio, stando alle ultime informazioni, sarebbe avvenuto subito dopo la partenza dalla località balneare turca di Bodrum, nel sud-est del Paese. Complici della tragedia sono state l’imbarcazione, probabilmente costruita in legno, e le avverse condizioni meteorologiche che hanno portato il barcone a ribaltarsi a una distanza di circa 2 miglia marine dalla costa turca.