Per impedire l’accesso dei migranti, dopo il muro dell’Ungheria, arriva la recinzione dell’Austria. Il ministro degli Interni austriaco Johanna Mikl-Leitner ha annunciato quelle che sono le intenzioni da parte del governo per far fronte all’emergenza profughi, con una misura destinata a far discutere l’intera Unione Europea.

Per arginare il problema dei migranti, il ministro degli Interni ha dichiarato che l’Austria realizzerà una recinzione al confine con la Slovenia. Johanna Mikl-Leitner durante un’intervista alla tv Oel ha spiegato che: “Si tratta di assicurare un ingresso ordinato e controllato nel nostro Paese, non di chiudere la frontiera. Nelle ultime settimane alcuni gruppi di migranti si sono mostrati più impazienti, aggressivi ed emotivi”, quindi secondo lei bisogna “adottare tutte le precauzioni”.

Una misura, quella del governo dell’Austria, che nell’Ue potrebbe trovare parecchi oppositori. A partire da Matteo Renzi, che già si è sempre dichiarato contrario alla costruzione del muro sul confine dell’Ungheria. Un concetto che il presidente del Consiglio italiano ha ribadito anche ieri nel suo intervento al Business Forum di Bogotà, in Colombia: “Non è facile accogliere al giorno d’oggi. Prevale la paura. In tanti casi e nella vecchia Europa tanta gente chiude le porte e si rinchiude dietro i muri tradendo l’idea stessa dell’Europa. Noi italiani, ogni giorno, accogliamo centinaia di persone nel Mediterraneo. Forse perderemo del consenso, forse dei voti, ma salvando delle vite umane salveremo l’idea di Italia che per tanti anni abbiamo mantenuto”.

La decisione da parte dell’Austria sul tema migranti potrebbe invece incontrare il favore di Matteo Salvini. Giusto ieri il leader della Lega Nord commentava molto negativamente l’apertura sulla flessibilità da parte del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nei confronti dell’Italia: “Ci hanno sempre detto ‘no’. E ora si inventano la flessibilità solo per mantenere le spese per gli immigrati. Quindi è un’Europa che quando si tratta di immigrazione è molto attenta e spende molto. Quando si tratta delle altre persone che vivono e pagano in Europa, invece se ne frega”. Salvini ha inoltre aggiunto che questo è un “mondo al contrario”.