Migranti colpiti da bastoni per essere allontanati: questo mostrerebbe il video diffuso dall’emittente televisivo britannico BBC, che sarebbe stato fornito da un volontario e intercettato dal giornalista Ed Thomas, che per primo lo avrebbe pubblicato su Twitter. I migranti sul barcone – a bordo del quale sarebbero stati presenti anche minori – avrebbero voluto raggiungere la Grecia (l’isola di Lesbo in particolare) ma sarebbero stati avvistati dalla guardia costiera turca in acque del loro Paese e quindi allontanati servendosi di bastoni per colpirli.

Il video è stato ripreso dai migranti e mentre questi ultimi avrebbero accusato la guardia costiera turca di averli aggrediti, le autorità marittime della Turchia avrebbero invece dichiarato di essere intervenute col solo scopo di fermare l’imbarcazione, senza alcuna intenzione di voler ferire i migranti a bordo. Il video di circa trenta secondi è poi stato trasmesso anche dalla BBC e stando a quanto affermato dalle autorità turche in merito, dovrebbe essere autentico. La guardia costiera avrebbe infatti giustificato il suo intervento poiché il barcone non avrebbe spento il motore e non si sarebbe arrestato come richiesto, ma anzi, avrebbe proseguito il proprio viaggio verso la Grecia. La Turchia avrebbe inoltre spiegato che tale intervento sarebbe giustificato da una serie di accordi presi con l’Europa allo scopo di arrestare i flussi di migranti clandestini dall’Africa all’Europa stessa.

I volontari che prestano soccorso ai migranti che giungono a Lesbo avrebbero dichiarato che tale trattamento della guardia costiera turca sarebbe in effetti riservato a tutti coloro che tentano di raggiungere la Grecia, siriani compresi.

Cliccando qui è possibile vedere il video diffuso dalla BBC.