Alessio S., il cuoco di 34 anni che è stato aggredito nella notte di ieri a Milano, in via Borsieri, non si trova in pericolo di vita, ma le sue condizioni rimangono gravi.

La vittima, impiegato presso un ristorante del quartiere Isola, è stato avvicinato da quattro persone mentre al termine di un turno di lavoro riposava presso un pub vicino al suo locale.

L’aggressione – stando alla testimonianza del diretto interessato – sarebbe arrivata dopo un tentativo di rapina: i membri della banda avrebbero infatti intimato all’uomo di consegnare loro il cellulare.

Al suo rifiuto questi avrebbero accoltellato il cuoco al costato, al rene e a un braccio: portato d’urgenza al Niguarda, l’uomo è ancora sotto osservazione.

Prima di perdere conoscenza la vittima è però riuscita a descrivere i quattro malviventi: si tratterebbe di due giovani sotto i vent’anni, forse di etnia albanese, e due trentenni, probabilmente sudamericani.

Pattugliando la zona la polizia ha rintracciato proprio un gruppetto di quattro persone che sembravano aderire alla descrizione. Per quanto questi non avessero indosso coltelli o oggetti relativi all’aggressione sono comunque stati fermati dalla Squadra mobile.

Le successive fasi dell’indagine diranno se i quattro saranno incriminati per la rapina e l’aggressione o se verranno prosciolti da ogni accusa: sicuramente indispensabile il supporto fornito dalle telecamere della zona, le cui immagini sono al vaglio degli inquirenti.