Importante novità per tutti i cinefili di Milano: viene infatti inaugurato oggi alle 17 il Palazzo del Cinema Anteo, frutto dell’operazione di ristrutturazione e ampliamento dello storico cinema Anteo, che va a coprire anche la scomparsa dall’Apollo, pianto da tutti i cittadini.

Si tratta di una notevole aggiunta per il quartiere di Porta Nuova, dopo la sede della Fondazione Feltrinelli, di Microsoft ed Eataly, per non parlare del nuovo palazzo di Amazon la cui apertura avverrà in autunno inoltrato.

In tutto sono 10 le sale cinematografiche, battezzate con i nomi di alcuni storici cinema di Milano, di cui una che proporrà la poco praticata modalità dell’on-demand (ovvero il noleggio con tanto di scelta della pellicola). All’interno anche una sala-ristorante, un caffé letterario, una biblioteca, una birreria, un giardino, uno spazio per bambini e bar, per un totale di 4 piani.

Oltre ovviamente ai consueti incontri ed eventi di tutti i tipi, che ora si susseguiranno a un ritmo ancora più serrato. Lionello Cerri, amministratore delegato di Anteo, spiega che l’apertura alle 10 del mattino è dovuta alla volontà di rivolgersi a “molti tipi di pubblico, secondo un’idea ampia di accoglienza, in una zona che è sempre più importante come polo culturale e dello svago”.

Il progetto si deve all’architetto Riccardo Rocco, il quale aveva già ideato il multisala Apollo. Rocco racconta le tante identità della struttura: “Il Palazzo del Cinema dove siamo ora ha origine come Casa del Fascio, poi ha vissuto diverse trasformazioni, da sezione del Pci a scuola a comando della polizia locale. È un posto che ha una storia e che racconterà storie”.

Tra le migliorie si segnala l’adeguamento di tutti gli schermi alle risoluzioni di 4K e 2K, quindi in alta definizione, ma anche la presenza di una sale per le prime visioni, alle opere prime e seconde del cinema italiano, e una finalmente interamente dedicata ai titoli in lingua originale con sottotitoli.