In occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, nella cornice di via Ventura 5, Catellani & Smith ha preso parte ad un progetto abitativo che ha visto anche la collaborazione di Adele-C, Eclettis, Fiori di Latta, Italiana Cucine, Plinio il Giovane e Purho.

Per i due piani dell’appartamento ideale in via Ventura n.5, si respirerà profumo d’infinito e gusto ricercato, in un termine: Made in Italy.

La cornice è una struttura essenziale, abitata dalla luce, dove il contrasto tra dentro e fuori si annulla in una rarefatta armonia. In questo scenario si è costruita un’idea di casa intesa come spazio vita. Ogni elemento d’arredo è costruito e pensato in ogni aspetto. A guidare questi brand di design è l’equilibrio, cercato attraverso la ricerca dei materiali, la lavorazione artigianale, l’impiego della tecnologia, il rispetto per l’ambiente e che si riassume in forme che sanno disegnare una visione, come se le linee fossero capaci di anticipare le emozioni.

“Quando creo una nuova lampada parto sempre dal prototipo; il mio laboratorio è uno spazio officina dove accumulo continuamente materiali, componenti, oggetti, dei più vari; è lì che nasce tutto… assemblo, saldo, piego, plasmo…ho bisogno di sentire i materiali, vedere come giocano con la luce.

In questa prima fase non esiste una vera progettazione, l’idea deve subito prendere forma, diventare oggetto. Solo successivamente passo alla fase di progettazione classica: fattibilità, caratteristiche tecniche e quant’altro; è un’idea di luce e il desiderio di raccontarla a guidarmi nella costruzione.

Credo che questo percorso si senta nel prodotto Catellani & Smith. Gran parte della mia produzione è composta da pezzi che richiedono una importante lavorazione artigianale: è la mano dell’artigiano che li costruisce, il suo intervento manuale che crea l’imperfezione a rendere l’oggetto unico.”  (Enzo Catellani).

Le immagini: