A Milano i reati calano ma aumentano il numero di richieste di porto d’armi. Questo l’allarme lanciato dal nuovo questore Marcello Cardona il quale ha spiegato che, “da quanto è arrivato, non ha mai smesso di firmare dinieghi”. Troppe richieste che stonano, dunque, con i numeri: scendono il numero di furti e rapine ai danni di privati. Dai 56mila interventi di un anno fa agli attuali 122mila tra marzo 2016 e marzo 2017. I furti sono calati del 3,6%, le rapine in casa del 17,6% e nei negozi del 13%. In aumento solo le rapine in banca (+11%) e i furti con “destrezza” (+16%).

Questore firma dinieghi per porto d’armi

Sono aumentati, invece, i sequestri per droga: i numeri parlano di oltre 32 kg di eroina sequestrati solo nell’ultimo anno, 158kg di cocaina, 600kg di hashish e 157kg di marijuana. Crescono, infine, il numero degli stranieri che soggiornano a Milano con un incremento di circa 20mila persone. Si tratta soprattutto di egiziani, filippini e cinesi. Gli stranieri accompagnati alla frontiera, invece, sono 749 (prima erano “solo” 291). Questi i numeri forniti dalla Questura di Milano.

Troppe le richieste di porto d’armi

“Siamo impegnati a garantire il rispetto dei diritti umani ma, se qualcuno non è in regola, deve andare via” ha spiegato il Questore Marcello Cardona.