Ennesimo trionfo per Giorgio Armani che con la sua “Garçonne” ha abbagliato la passerella, letteralmente.

Questa volta il vero punto di forza dello stile androgino che caratterizza la collezione, e che da sempre rappresenta la firma di Armani, sta nel fatto che  proprio gli elementi tipicamente connotativi dello stile femminile per eccellenza quali pizzi, paillettes e frange, non vengono stavolta semplicemente accennati ma massimizzati: il risultato è un look dal forte impatto visivo, dove elementi maschili e femminili si fondono senza comunque intaccarne l’androginia alla base, riuscendo invece a potenziarla rendendola addirittura spiazzante.

La silhouette mira a slanciare la figura senza l’uso del tacco, le forme delineano il corpo della donna accentuandone il punto vita, grazie a giacche avvitate e pantaloni a vita alta.

Per la sera abiti lunghi e tutine sparkly: scollatura profonda sul davanti per i primi, schiena scoperta per le seconde, il risultato è come sempre super chic e neanche lontanamente volgare. Una collezione in grado di far sognare ed emozionare: gli applausi spontanei durante tutta la durata della sfilata ne hanno decretato l’ennesimo trionfo.

Qui sotto la fotogallery di InfoPhoto

Seguite Laura Manfredi anche sul suo blog Rock’n’Mode!

Altre sfilate - Dsquared2Frankie MorelloEtroKriziaAntonio Marras