[…] “Ha il cilindro per cappello, due diamanti per gemelli, un bastone di cristallo, la gardenia nell’occhiello e sul candido gilet un papillon, un papillon di seta blu” […] è questa la canzone che mi girava nella mente mentre assistevo al fashion show Dsquared2. In questo caso, però, è una donna quella ad aggirarsi in abiti maschili, con incedere elegante e l’aspetto trasognato.

Dean e Dan Caten hanno mandato in passerella una donna androgina, mascolina, una donna che sceglie di essere un po’ rock un po’ flapper girl ispirandosi agli anni venti ed alle donne anticonvenzionali e disinibite che ballavano il Charleston, bevevano, fumavano e adoravano il jazz.

Elegantissimi cappotti doppiopetto, morbidi jazz pant, panciotti, completi in tartan o gessati, papillon, cravatte, pellicce, guanti in pelle colorata e cappellini bombati: le modelle Dsquared2 interpretano fino in fondo l’animo mascolino, giocano con pezzi che normalmente non fanno parte del guardaroba di una donna.

Non sono mancati anche abiti da sera mozzafiato, morbidi, in seta, proprio come una seducente sottoveste. Perché sia chiaro: la femminilità non è in comodato d’uso insieme all’abito che si sceglie di indossare e il fashion show Dsquared2 ne è una eloquente dimostrazione.

Foto by InfoPhoto