“Nature is the inspiration for my creativity”. Recita così la descrizione nel profilo Instagram di Roberto Cavalli e se fate caso alle immagini da lui pubblicate nel famoso social e alle stampe dell’ultima sua collezione Autunno/Inverno 201-15 troverete numerose analogie.

Così gli abiti si mescolano a stampe che ricordano il fuoco, potente elemento presente in natura, i cappotti sono per la maggior parte in pelliccia e i dettagli o gli accessori in coccodrillo. Una donna oserei dire “wild”, un po’ come l’anima di Roberto Cavalli, che adesso più che mai esprime in maniera eccelsa il valore della donna contemporanea.

Ma ciò che più mi ha colpito è stato proprio l’accostamento delle meraviglie della natura con il corpo della donna. E la donna di cui parliamo è una donna con la “D” maiuscola, sexy, femminile, indipendente, abituata a fronteggiarsi tutti i giorni con la “jungla” , che è poi il mondo in cui viviamo. La donna che voglio essere io o magari voi.

Perché anche questa volta Roberto Cavalli  ha messo in scena un grande spettacolo, uno dei più grandi, che in natura non troveremmo mai, senza il genio della mente umana; il fuoco circondava la passerella e i suoi potenti caldi colori si mischiavano a quelli degli abiti lunghi neri, o a quelli bianchi “over the knee” con lunghe frange.

La creatività è un’arte, e sfilate come questa mi ricordano perché amo la moda, quando trasmette chi vuoi essere, il mood che vuoi interpretare o come vuoi diventare indossando solo un abito, o una stoffa soltanto.

(clicca qui per vedere le foto della sfilata Just Cavalli).

Tutte le foto della sfilata di Roberto Cavalli: