Un incendio, probabilmente di natura dolosa, ha coinvolto questa mattina la sede di Excalibur Stampa Periodica, una società editrice di Milano situata nelle vicinanze di Piazzale Istria. Stando alle prime ricostruzioni apparse sulla stampa, ignoti avrebbero versato del liquido infiammabile in un condotto d’areazione, scatenando così le fiamme.

Il titolare della casa editrice è Riccardo Mazzoni, nonché vicedirettore del Museo del Fumetto di via Gluck e dello Spazio Wow di Viale Campania, dove due settimane fa si è verificato un episodio analogo. Proprio in questa sede il 7 febbraio è in programma una mostra celebrativa dedicata al Charlie Hebdo, la rivista satirica francese vittima lo scorso gennaio di un attentato terroristico dove persero la vita 12 persone. Un possibile collegamento, così come lo stesso vicedirettore sottolinea, sarebbe al momento azzardato.

«Mi sembra francamente una follia che l’incendio possa avere una valenza politica o religiosa», ha spiegato Rizzoli, così come riporta il Corriere della Sera. «Pubblichiamo “Gatto magazine” e “Il mio cane”, per quanto possano essere poco amati gli animali mi sembra improbabile che siano obiettivo da jihadisti». «L’unico contatto con la rivista Charlie Hebdo», prosegue «è dovuto al fatto che sono vice direttore del Museo del Fumetto di Milano dove il 7 febbraio sarà inaugurata una mostra omaggio a Charlie Hebdo. Lo avevamo annunciato subito dopo la strage. Fino al 15 marzo saranno esposte 200 tavole di illustratori italiani e 70 di stranieri. Ma trovare un collegamento tra l’esposizione e l’incendio della notte scorsa è molto azzardato. Tanto più che ora sono anche il curatore della mostra del “Signore degli Anelli”».

L’incendio, scattato alle 5.30 di questa mattina, sembra abbia annerito i muri interni della struttura e bruciato alcuni libri. La casa editrice si occupa di riviste dedicate agli animali domestici e di fumetti: dal 2006, inoltre, realizza la mostra “Cartoomics” nonché i saloni del fumetto e dei videogiochi presso Fiera Milano City.

Fonti: Corriere, Repubblica

Immagine: Red fire extinguishers available in fire emergencies via Shutterstock