Svolta nelle indagini in merito all’aggressione di Paola Marioni, l’avvocatessa di 57 anni aggredita a Milano nello studio legale che si trova in via dei Pellegrini.

Portata al pronto soccorso, la donna è riuscita a fare il nome del suo aggressore prima di essere sottoposta a una delicata operazione per contrastare le lesioni addominali provocate dalle 6 coltellate che le sono state inferte al lato sinistro del corpo, tra spalla e addome.

La donna è ricoverata al Policlinico, e già questa mattina le sue condizioni erano migliorate al punto da poterla trasferire in un reparto diverso da quello di Rianimazione.

Le indicazioni fornite dalla Marioni hanno dato il via a un caccia all’uomo basata sul fatto che l’avvocatessa conoscesse l’uomo che l’ha pugnalata: intorno alle 18.40 aveva un appuntamento per discutere di alcuni problemi condominiali, in quanto la donna è anche proprietaria di diverse case che affitta.

Il reato per il quale al momento si sta investigando è quello di tentato omicidio. Non sembra che durante l’aggressione vi fossero altre persone presenti nello studio, ed è stata la stessa vittima a richiedere aiuto.

Le indagini si stanno concentrando sulla cattura dell’uomo individuato dall’avvocatessa, purtroppo non ancora in condizioni tale da consentirle di rispondere. Al vaglio le immagini delle telecamere della zona per ricostruire il percorso e la direzione di fuga del criminale, di cui non è ancora noto il movente,