Cambia completamente fisionomia la vicenda occorsa venerdì notte a Milano, quando un uomo di origini sudamericane, tassista abusivo, era finito in carcere con l’accusa di aver tentato di stuprare una ragazza.

A proteggere la 21enne erano arrivati gli abitanti del quartiere di Quarto Oggiaro, che avevano preso d’assalto la vettura con martelli e spranghe. Il 54enne però è oggi tornato libero su disposizione del pm Sergio Spadaro, il quale non ha ritenuto che fosse da convalidare il fermo.

Le indagini infatti non hanno riscontrato presunte violenze, e a quanto emerso, il rapporto consumato sarebbe stato del tutto consenziente.

L’intervento degli abitanti del quartiere sarebbe arrivato in un momento di violento alterco, sì, ma a causa di un video ripreso dalla donna con il suo cellulare, che mostrerebbe proprio il rapporto tra i due. In ogni caso l’uomo, fermato dalla polizia del luogo, resta ancora indagato per violenza sessuale.

Il 54enne resta comunque indagato per violenza sessuale. In seguito all’assalto dei residenti questi era fuggito con la sua auto dopo aver scagliato fuori la ragazza, la quale aveva raccontato di essere salita sull’auto, obnubilata dall’auto, dopo aver trascorso la notte in discoteca.

Solo nel pomeriggio di sabato la macchina è stata rintracciata dagli agenti, che hanno poi fermato il 54enne. Questi dovrà essere interrogato dal pm Cristiana Roveda, cui è passato il fascicolo con l’ipotesi di violenza sessuale.