Un ragazzo di 18 anni è stato ucciso sabato sera a Milano, davanti ad un bar, a seguito di un lite con un uomo. La vittima è stata colpita con due colpi di cacciavite al cuore e per lui non c’è stato niente da fare. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, alla base del tragico gesto ci sarebbe stata una rissa scoppiata poco prima della mezzanotte per banali motivi. Non è ancora chiaro il movente né l’esatta dinamica dei fatti. Sul posto, oltre alle forze dell’ordine, sono intervenute anche due ambulanze e un’automedica.

Milano, aggressore ha rischiato il linciaggio

Subito dopo l’aggressione, gli amici della vittima hanno accerchiato l’aggressore che, di fatto, ha rischiato il linciaggio: è stato buttato a terra e poi picchiato fino all’arrivo dei carabinieri che hanno messo fine al pestaggio. Il 18enne, purtroppo, dopo essere arrivato all’ospedale San Paolo di Milano, è deceduto mentre l’aggressore è stato immediatamente fermato dai militari.

Milano, al via le indagini sull’omicidio

I carabinieri della stazione di Porta Genova stanno indagando per far luce su questa tragedia e per capire cosa possa aver scatenato l’aggressione da parte dell’uomo che, armato di cacciavite, ha tolto la vita ad un ragazzo di 18 anni. Per motivi banali, ancora tutti da chiarire.