Una donna di 50 anni è stata arrestata dai Carabinieri di Rho (Milano) poiché avrebbe tentato di uccidere il suo convivente. Il motivo? Lui le avrebbe spento la televisione e lei, adirata, lo avrebbe raggiunto in cucina colpendolo con una coltellata dietro al collo. Una reazione esagerata che avrebbe potuto causare seri problemi all’uomo che, fortunatamente, si è salvato e adesso sta bene.

Milano, colpito con una lama di 19 cm

Stando alle prime indiscrezioni, infatti, la lama (di circa 19 cm, ndr) del coltello si sarebbe fermata sull’osso e solo così l’uomo è riuscito a mettersi in salvo. Un disguido – verificatosi intorno alle 23 di ieri, giovedì 23 marzo – che poteva trasformarsi in tragedia, scaturito da un motivo banale: lo spegnimento della televisione mentre la donna si trovava a letto. A chiamare i carabinieri è stato il figlio 18enne della coppia. La vittima – con una prognosi di dieci giorni – è un uomo di 46 anni che avrebbe anche precedenti; la donna, invece, dovrà rispondere di tentato omicidio ai danni del convivente.

Milano, la coppia litigava spesso

Chi li conosce bene parla di una coppia che litigava spesso anche se nessuno poteva mai immaginare che per, un motivo così banale, lei potesse addirittura afferrare un coltello e provare ad uccidere il convivente.