E’ ancora violenza a Milano dove una rissa tra stranieri ha portato all’accoltellamento di due giovani filippini: trasportati d’urgenza in ospedale, non sarebbero in pericolo di vita. I fatti si sono verificati in piazza Città di Lombardia, nei pressi della nuova sede della Regione, sotto gli occhi delle guardie giurate che hanno assistito alla rissa e dunque hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine. Cinque le persone arrestate a seguito della maxi rissa.

Rissa tra stranieri finisce nel sangue

Stando alle prime informazioni trapelate, si sarebbe trattato di uno scontro tra gruppi di ragazzi per motivi ancora tutti da accertare. Tra spintoni, calci e pugni, sono saltati fuori persino i coltelli al punto da ferire due giovani filippini, uno dei quali è stato accoltellato prima sul petto e poi sulla schiena. Il ragazzo verserebbe in condizioni delicate ma non sarebbe in pericolo di vita. A terra anche un sedicenne, lasciato nei pressi della metropolitana in attesa dei soccorsi: il giovane sarebbe stato colpito alla gola.

Rissa con calci e pugni

Ancora Far West a Milano dopo la sparatoria di qualche giorno fa in pieno giorno. Immediata la replica del sindaco che aveva chiesto l’intervento dei militari nelle periferie.

Proprio oggi in città è atteso l’arrivo del Ministro dell’Interno Angelino Alfano per un vertice con il primo cittadino e il prefetto: l’obiettivo, adesso, è quello di aumentare il numero di forze dell’ordine garantendo più sicurezza per i cittadini milanesi.