Imponente operazione della polizia a Milano, atta a sgominare un traffico di droga a carattere internazionale che interessava Perù, Olanda e Albania e che aveva trovato la propria base in via Padova, cuore multietnico del capoluogo lombardo.

Sono 45 gli arresti effettuati dagli agenti, che hanno portato a termine un’indagine partita esattamente tre anni fa: è stata così sgominata la banda di italiani e sudamericani che gestivano l’importazione e la commercializzazione della droga a Milano.

Le sostanze trattate del gruppo erano in particolare cocaina (proveniente da Perù e Olanda) e la marijuana (che arrivava dall’Albania). La cocaina peruviana veniva nascosta nelle cuciture delle borse imbarcate sui voli internazionali. La marijuana serviva sopratutto come merce di scambio per ottenere la cocaina olandese da importare in Italia.

Complessivamente, includendo anche precedenti operazioni, le quantità di droga sequestrate sarebbero molto elevate: si parla di più di 33 kg di cocaina, 580 kg di marijuana, 6 kg di hashish, più 18mila euro in contanti.

Nonostante le recenti notizie riguardanti episodi di violenza in viale Padova il blitz delle autorità non è a esse collegato. Le pattuglie miste formate da carabinieri e dai 150 soldati che arriveranno a breve a Milano, richieste dal sindaco Giuseppe Sala, avranno il compito di pattugliare le periferie più a rischio, identificate nelle zone di via Padova, San Siro e Corvetto.