A Settembre 2013, durante la Milano Moda Donna per la SS2014, ho avuto l’onore di indossare le creazioni Debora Zavaglia per uno shooting e sono rimasta colpita dall’incredibile capacità che Debora ha nella decorazione delle sue collezioni.

Pochi giorni fa la stilista torinese ha presentato la collezione Autunno Inverno 2014/15, 4 Pretties.

4 Pretties, o anche for pretties, perché Debora è fermamente convinta che tutte le donne possano essere belle.

Ma anche four Pretties, come le quattro “Pretties” – quattro donne, quattro diverse personalità, quattro differenti stili che però condividono il mood che ha ispirato la stilista: l’incontro tra gli anni ‘70 e l’inizio del XX secolo, due periodi storici che hanno cambiato profondamente la società, l’arte e la moda.

I dettagli dei primi del ‘900 si mescolano a quelli degli anni ‘70, in una coesione di forme che dà vita a una collezione in cui la sinuosità e la ridondanza dei primi anni del secolo scorso trovano nuove espressioni delle forme dei Seventies, e i colori esplodono come con i Fauves e con il movimento hippie.

Cocodì, Desi Vom Fizz, Carmilla O’dood e Giudi Barth, le quattro Pretties di Debora Zavaglia, sono quattro diverse interpretazioni di questa fusione, quattro rappresentazioni stilistiche e visive di una stessa ispirazione:

Cocodì, una donna materna e concreta, capace di difendere con coraggio le proprie idee. Una personalità socievole ma decisa, che sa come difendere il proprio territorio. Una chioccia che vive per i suoi pulcini, e che considera ogni idea, ogni progetto come un figlio a cui si dedica con amore e dedizione.

Carmilla O’Dood, una donna indipendente e sensuale, dotata di grande charme. Una mente agile, che sa muoversi con grazia tra ogni insidia e sa districarsi sapientemente tra gli ostacoli che la quotidianità può presentare. Una personalità felina, che agisce con decisione solo dopo aver analizzato la situazione, e che ottiene sempre quello che vuole.

Desi Vom Fizz, una donna sicura di sé, a proprio agio in ogni circostanza. Uno spirito libero che conta su una personalità eclettica e coraggiosa, impermeabile alle critiche ed ai giudizi. Un’armatura, fatta di esperienza e di condivisione, sempre addosso, per affrontare il mondo senza paura.

Giudi Barth, una donna amorevole e affidabile, dotata di grande altruismo, sempre pronta ad offrire il proprio sostegno a chiunque ne abbia bisogno. Un animo leale, che resta fedele a se stesso e agli altri, con un grande istinto protettivo indispensabile per difendere quello che conta davvero.

Quattro personalità ben definite, quattro donne che girano il mondo accompagnate da un animaletto che le contraddistingue: Quocca, la gallina, Nina, la gatta rosa, Madì il saggio armadillo e Carletto, il dolce carlino.

Debora Zavaglia fw14_4

Debora Zavaglia fw14_4

Quattro donne che seguono la stessa filosofia, fondata sulla gioia di vivere e su una spiccata femminilità – oltre che, naturalmente, sull’amore per il bello e l’unicità. La stessa filosofia di Debora Zavaglia, che collabora solo con professionisti del Made in Italy e utilizza unicamente tessuti e materiali a km 0, per creare dei capi fatti con la passione e la cura per i dettagli che da sempre contraddistinguono l’artigianato italiano.

Dettagli che rendono la collezione unica grazie all’utilizzo di bottoni personalizzati da un antico laboratorio torinese, e alle maglie in cachemire realizzate da Jolanda e Monique che rappresentano la tradizione e l’esperienza di capi lavorati “a mano in Italia con amore” – il loro motto.

E grazie, infine, ai gioielli forgiati artigianalmente dalle mani di un abile orafo, Fabrizio Bardi, che arricchiscono la collezione e regalano il tocco finale alle mise delle Pretties – che portano a spasso i loro amati animali con dei raffinati guinzagli Pomander, trasformabili in collana, bracciale o vezzo da abito a seconda del gusto o della volontà di ogni donna.

Leggi anche:

Street Chic L’Autre Chose

Milano Moda Donna 2014, Hogan e Holloway

Valentina su Lookdarifare