Se c’è chi nella settimana della moda milanese  porta in scena una moderna Maria Antonietta, come Byblos Milano, c’è chi invece si ispira al mondo delle favole, dando vita a una nuova Biancaneve.

Elisabetta Franchi porta infatti in passerella un’eleganza sì femminile e fiabesca, senza però rinunciare a tocchi contemporanei.
A far da padroni della AW 2014/15 saranno, a quanto si è visto ieri, abiti  e gonne.
Su tutti vede poi dominare la scena il dress doll style, dal punto vita alto, che, con le gonne a tulipano, a ruota o a trapezio, rivela una donna sì angelica ma allo stesso tempo consapevole della propria sensuale femminilità.

Linee pulite e dettagli sartoriali trovano un contraltare del proprio minimalismo nella varietà dei ricchi tessuti proposti, resi importanti per volumi o per fantasie.
Jacquard matelassè, crepe fluidi e materiali impalpabili o elasticizzati che imitano la consistenza di texture lanose, si alternato infatti capo dopo capo, svelando una ricerca materica attenta e sofisticata.

Di grande impatto visivo sono poi le spalle, arrotondate in giacche oversize  oppure sottolineate da raffinate maniche a trapezio, e il punto vita, messo in evidenza da dettagli che attirano l’attenzione.
Il tutto enfatizzato da un tavolozza di colori capace di uscire dal rigore solitamente imposto dall’inverno, proponendo nuances ora delicate, come il cipria e l’avorio, ora calde e polverose, come il cream e il fondente.

Ed è infine con questa AW 2014/15 che Elisabetta Franchi svela la sua anima animal friendly, dicendo addio alla lana d’angora e facendo largo uso dell’ecopelle, con cui confeziona la propria personale visione del backpack, must have di stagione.