A vedere le sfilate milanesi appena concluse sembra che diverse maison si siano divertite a sconvolgere i canoni della più classica passerella.

Se Roberto Cavalli ha deciso di presentare la sua collezione per il prossimo inverno al Gentlemen’s Club, Dsquared² ha preferito divertire con una sfilata a ritmo di swing.

Gli anni Quaranta sono ovunque: dalla musica al mood che anima la collezione, perfetta tanto per i vicoli di New Orleans quanto per i basement parigini.

La collezione autunno inverno 2013/2014 firmata Dsquared² vive di contrapposizioni.

Se il giorno è smart, con pantaloni abbondanti che si fermano sopra le caviglie per lasciare spazio a calzettoni arrotolati, la sera si fa elagante, con tuxedo perfetti per il moderno gangster.

Ed è proprio lui a ispirare i due designer, che decidono di abbandonare il fit
sharp slim per forme più rilassate ma sempre accattivanti.

Ma parlavamo di contrapposizioni, giusto?

Ed ecco che i pantaloni morbidi vengono sì realizzati in jeans, ma solo per essere poi abbinati a giacche doppio petto o a eleganti cappotti.

E ancora, papillon e cravatte dai motivi classici e minuti trovano spazio solo su camice di popeline portate fuori dai pantaloni.

Infine, anche con le tonalità le due anime del brand giocano con i contrasti.

Perchè se di giorno  scelgono nuances scure che spaziano però dai marroni ai grigi passando per il blu denim, il rosso e l’oro, la sera è solo bianco e nero.

A dare luce e portare ombre saranno infatti i dettagli. Un esempio? I ricami di tulle nero che impreziosiscono le candide camice.

A completare i look dei diversi modelli, rigorosamente di colore,  il cappello in mohair 10 Gallon Fedora e gli occhialini da vista.

Una collezione che viaggia a ritmo di swing quella di Dsquared² per la fw 2013/14, capace di divertire in attesa che le danze abbiano inizio.