Guardare indietro, all’archivio storico della Maison, per vestire l’uomo più legato alla tradizione sartoriale; e avanti, per soddisfare le nuove generazioni, più esplosive ma sempre attente alla qualità. Così Gucci per la primavera estate 2014: nuove soluzioni hi-tech rendono inaspettati gli abiti formali, lussuosi i capi tipici dell’active sportwear.

L’anima romantica e disinvolta si ritroverà nelle stampe floreali, proposte e abbinate su capi diversi. L’anima streetwear nelle T-shirt in popeline di cotone e stretch, traforata o in seta stampata, che sostituisce la camicia, e nelle nuove felpe, reinventate in pelle e neoprene.

Il riding pant, tipico della tradizione equestre Gucci, assume un nuovo look (fantasia, tinta unita, con inserti in camoscio o in pelle a contrasto) ed è il fil rouge della collezione.

L’accostamento tra formale e informale, e la ricerca sui materiali e sulle lavorazioni, caratterizza anche gli accessori. La sneaker completa ogni look, la shopping può diventare zaino, la sacca da weekend è super maxi. Non mancano occhiali dai colori accesi, braccialetti in pelle con dettaglio morsetto e lui, l’orologio Gucci Dive, nero e acciaio o, in limited edition, nero e oro rosa.

Tra gli ospiti presenti: James Franco, Lapo Elkann, Luca Argentero e Myriam Catania, Hidetoshi Nakata e Emi Takei.

I post sulle altre sfilate, le immagini e i video cliccando qui

credit image sfilata Press Office Gucci; celebrity Courtesy of GettyImages