L’uomo sportivo e contemporaneo, proiettato in un futuro dinamico che riscrive i codici dello stile, si lascia la passerella alle spalle per ascendere in un’istallazione architettonica minimalista. Dall’altezza di questo anfiteatro futuristico, limitato dalla nuda struttura del trentanovesimo piano di Palazzo Lombardia e da una piramide di specchi, Dirk Bikkembergs ha presentato la sua collezione uomo SS2014.

L’istallazione sembra raccontare la storia di un gruppo di skipper del futuro, cui servono solo bermuda, maglie, giubbini a vento e, al massimo, una giacca per le occasioni speciali, per navigare verso orizzonti sconfinati.

I volumi diventano oversize, si squadrano, ma ben mantengono il link alla tradizione sartoriale (cosa che salta subito all’occhio). Il direttore creativo Hamish Morrow, infatti, sa unire la voglia di evadere, di eccedere, di distinguersi, a quella di indossare capi organici, di qualità, tagliati e cuciti come una volta.

Ecco allora che materiali estremamente raffinati si coprono di stampe floreali macro voluttuose; che prendono spazio tessuti contemporanei, come nylon ultra-sottile intessuto di fili di alluminio.

I post sulle altre sfilate, le immagini e i video cliccando qui

credit images Press Office Dirk Bikkembergs