Intorno alle 3 di notte, nel corso di un controllo da parte della polizia, che era stata allertata di un conflitto a fuoco nei pressi della stazione di piazza Primo Maggio a Sesto San Giovanni, nel milanese, un uomo ha estratto fuori una pistola per sparare agli agenti che, a loro volta, hanno risposto al fuoco uccidendolo.

Milano, ferisce un agente alla spalla

I militari – stando alle prime informazioni – avevano chiesto soltanto di esibire i documenti (che, pare, non avesse con sé). L’uomo, invece, ha reagito violentemente colpendo al torace uno degli agenti.

Milano, conflitto a fuoco con la polizia

Un vero e proprio “conflitto a fuoco” con la polizia di Milano che ha portato alla morte dell’uomo, tra i 20 e i 30 anni, e al ferimento di uno dei poliziotti che adesso è ricoverato nell’ospedale San Gerardo di Monza per una ferita alla spalla. Non sarebbe in pericolo di vita.

Milano, più militari sulle strade

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, già alcune settimane fa, aveva chiesto l’intervento dei militari a tutela delle periferie per i gravissimi fatti di cronaca registrati nell’ultimo periodo: persino il centro storico di Milano, in più occasioni, si è trasformato in un vero e proprio Far West.