Un uomo di 30 anni è stato arrestato dai Carabinieri di Catania poiché avrebbe minacciato di morte la sua ex fidanzata aggiungendo che l’avrebbe sfregiata con l’acido qualora avesse messo piede fuori casa. La fine della loro unione, durata circa due anni, avvenuta per le condotte “violente e prevaricatorie assunte da lui” nei confronti della donna vent’anni più grande, hanno generato nell’uomo una rabbia tale da sfociare in pedinamenti, appostamenti sotto casa e minacce telefoniche estese anche all’anziana madre dell’ex, responsabile – secondo il giovane – di aver determinato la fine del loro rapporto.

Arrestato e posto ai domiciliari, è più volte evaso minacciando ripetutamente le due vittime (l’ex compagna e la madre di lei): “Non finisce qua, ve la faccio vedere io”, “Vi ammazzo tutte e due”. Poi ha aggiunto – secondo il racconto dei carabinieri – che le avrebbe sfregiate con l’acido “se avessero messo piede fuori casa”. Il 2 maggio scorso la goccia che ha fatto traboccare il vaso: si è presentato sotto casa delle due donne con una spranga di ferro, staccando il contatore dell’energia elettrica e salendo fino all’abitazione per tentare di sfondare la porta a spallate. Solo grazie all’intervento dei militari della Stazione di Piazza Verga è stato evitato il peggio.