La macchina di Miss Italia continua a muoversi e le otto finaliste di Miss Forme Morbide sono più cariche che mai e urlano forte: ”Non siamo manichini, siamo prima di tutto donne!“. Slogan condiviso a pieno dalla loro madrina, la modella internazionale curvy, nonché editor anche per Leonardo.it, Elisa D’Ospina.

Insieme a queste splendide ragazze Elisa posa nella foto che vi postiamo qui sopra: un vero e proprio manifesto che suggerisce un chiaro messaggio: non bisogna essere schiave della taglia zero! Sono donne burrose, orgogliose delle proprie forme che, diciamolo chiaramente, sono ampiamente apprezzate anche dagli uomini.

Dal 2007 denuncio nei media il proliferare della omologazione della donna: dal photoshop al binomio magrezza uguale bellezza. Le ragazze che quest’anno ho portato alle prefinali di Miss Italia mi hanno colpito per la consapevolezza del loro essere “fuori dai canoni” ed essere orgogliose di questo. Andare controcorrente mi ha portato fortuna nel lavoro, e mi auguro che loro trovino la loro strada, qualsiasi essa sia, ma che non rinuncino mai ad essere se stesse” dichiara la madrina.

Fiere della loro taglia, le ragazze hanno sfilato sorridenti e determinate a vincere la fascia di Miss Italia 2013 per farsi portavoce di un messaggio di armonia con il proprio corpo. Qualcuna di loro ce la farà? Lo scopriremo il prossimo 27 ottobre!