Brandi Lee Weaver-Gates, una ragazza americana ex Miss Pennsylvania, dopo aver vinto il suo titolo avrebbe finto, per ben due anni, di essere malata di cancro con lo scopo di raccogliere migliaia di dollari in donazioni. Grazie a questo odioso stratagemma – messo in piedi con l’illusorio scopo di dover pagare le costosissime cure a cui avrebbe dovuto sottoporsi – sarebbe riuscita a raccogliere 14 mila dollari.

La ragazza aveva studiato talmente bene la sua truffa tanto da aver postato su Facebook alcune suo foto in cui era stata ritratta senza capelli (colpa della chemio cui avrebbe dovuto sottoporsi, chemio mai avvenuta a quanto sembra). Brandi Lee avrebbe ingannato persino i suoi familiari, chiedendo loro di accompagnarla all’ospedale di Baltimora, dove ufficialmente avrebbe dovuto essere sottoposta agli esami di routine ma che poi, una volta giunta sul posto e lasciato i parenti in sala di attesa, abbandonava temporaneamente per recarsi altrove e fingere così di fare gli esami diagnostici.

L’ex Miss Pennsylvania ha partecipato all’ultima iniziativa di raccolta fondi in suo favore lo scorso mese di aprile. Da allora, però, qualcosa è cambiato perché qualcuno avrebbe fatto una soffiata anonima alla polizia e l’avrebbe così smascherata. Gli investigatori non avrebbero trovato traccia di alcuna documentazione in grado di provare la malattia di Brandi Lee. Ragion per cui la ragazza dovrà ora affrontare un processo tra circa due settimane. Nel frattempo però, il concorso di Miss Pennsylvania ha già provveduto a ritirarle il titolo e non appena possibile, Brandi Lee dovrà restituire anche corona e scettro.