È mistero a Milano, dove una colf di origine romena di sessantacinque anni, ieri sera, è stata ritrovata morta all’interno dell’appartamento in cui lavorava. A ritrovarla la proprietaria di casa, un edificio in viale Coni Zugna. La vittima sarebbe stata ritrovata nella propria camera, in posizione supina e con un coltello infilato sotto al corpo.

Secondo i primi rilievi fatti dagli inquirenti e dal medico legale che ha esaminato la salma, la donna avrebbe subito cinque o sei lesioni provocate da coltellate all’addome. L’arma del delitto potrebbe essere stato un coltello da cucina. E al momento la squadra mobile di Milano non esclude nessuna pista nelle indagini. Ogni dettaglio utile potrebbe essere in grado di aiutare a svelare il mistero sull’uccisione della donna: la stessa non sarebbe mai stata presente nella banca dati della polizia.

Da accertare anche il luogo della morte: i rilievi avrebbero infatti riscontrato che la casa di Milano era pulita e in ordine, che non vi sarebbero segni di effrazione e nulla sarebbe stato portato via.