Sempre più spesso si incrociano per strada pedoni di ogni età con lo sguardo fisso sul cellulare che, incantati dallo schermo del loro smartphone, dimenticano tutto il resto e camminano distrattamente senza badare ai segnali stradali, agli altri pedoni o agli automobilisti.

Per scrivere un semplice messaggio si potrebbe, così, incappare in qualsiasi tipo di incidente mettendo in pericolo non solo la propria vita ma anche quella degli altri. Per questo motivo Pamela Lampitt, deputata dello stato del New Jersey, ha voluto ricorrere alle maniere forti e agire per via legale introducendo una misura contro i pedoni distratti che prevede fino a quindici giorni di carcere o cinquanta dollari di multa per chi scrive al cellulare mentre cammina. La posizione della Lampitt è, quindi, molto chiara così come lei stessa ha voluto sottolineare:

“I pedoni distratti, tanto quanto gli automobilisti distratti, rappresentano un potenziale pericolo per se stessi e per gli altri sulle strade”.

A sostenere il parere della deputata parlano chiaro anche i dati: secondo gli esperti il numero di morti tra i pedoni a livello nazionale sono passati dall’11% nel 2005 al 15% nel 2014 ed in più, tenendo conto di un rapporto del Consiglio per la Sicurezza Nazionale, gli incidenti di pedoni non attenti a causa dell’uso dei cellulari, dal 2000 al 2011 sono arrivati a quota 11.101.