Serapian per l’autunno-inverno 14/15 presenta un modello di archivio inspirato alla famiglia Serapian: la handbag Sciaké.

Un vero e proprio inno alla storia del brand e dell’eccellenza del made in Italy.

Modelli dalle forme trapezoidali che si aprono lateralmente come ventagli, linee regolari e contorni squadrati rivelano una costruzione ricercata, come architetture, e ridisegnano l’allure di una donna contemporanea.

La Sciaké è parte dell’archivio di prototipi anni Cinquanta e Sessanta, patrimonio del brand, riproposti in chiave contemporanea.

Come molti modelli Serapian anche questa borsa è legata ad una storia di famiglia: Sciaké, primogenita del fondatore Stefano Serapian, rappresenta la discendenza femminile.

Il modello è inspirato al suo spiccato senso estetico: collezionista di arte moderna, possedeva un innato senso dello stile, determinata e indipendente amava i contrasti decisi e spesso le sue idee furono geniali intuizioni nella progettazione di nuovi accessori.

Il rigore di questa borsa a mano dalla geometrie definite, arricchita da una metalleria decorativa di inspirazione vagamente retrò, esercita un fascino magnetico. Inoltre l’effetto tromp-l’oeil dato dai pannelli laterali, di diverso materiale e tonalità, combinati insieme non è solo espediente di stile ma permette di agevolare l’apertura e massimizzare la capienza della borsa.

Pellami scelti alternano superfici tridimensionali morbide al tatto, come il cachemire, e inserti laterali in vitello evolution che creano un effetto volumetrico bicolor. La palette, in ricercati contrasti, si compone dei seguenti abbinamenti: nero e bianco ottico, blu e testa di moro, tarocco e blu navy, cipria e nero, crema e blu navy, taupe e panna.

(Valentina su Lookdarifare)

Leggi anche:

Fay, la sfilata alla Milano Moda Donna

l total look di Mariù De Sica