Una donna irriverente in moto. Così Belstaff immagina la propria donna per l’autunno inverno 2014/2015.

La cultura giovanile sviluppatasi a Manchester e Londra a cavallo tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ‘80 diventa un’importante fonte d’ispirazione.

Capi classici sono rivisitati secondo i canoni dell’epoca, ma resi attuali. Questa contrapposizione crea un riferimento nuovo ma autentico, che si coniuga alle diverse ispirazioni presenti nella cultura inglese.

Uso di classici scozzesi che evocano l’atteggiamento nonchalance dell’epoca e trench proposti o con proporzioni classiche o caratterizzati dall’applicazione di una doppia zip sulla schiena.

Kilt e pantaloni hanno fit e costruzioni rivisitate per rafforzare ulteriormente l’equilibrio tra l’heritage del marchio e la sua visione futura.

Il mix di materiali caratterizza anche gli abiti, che vedono l’accostamento di stampe e tessuti, e capi realizzati grazie alla sovrapposizione di diversi strati per un effetto leggero e disinvolto. Le stampe floreali sono ispirate alle porcellane dello Staffordshire, create nello stesso periodo – gli anni ’20 – e luogo che hanno visto la fondazione di Belstaff.

La tecnica del “collage” è un elemento centrale della stagione ed esplora ulteriormente la combinazione tra vecchio e nuovo. L’iconica giacca Roadmaster in cotone cerato, ad esempio, è proposta con una manica bomber e applicazioni di lussuosa lana melton, dettagli che conferiscono al capo un’identità del tutto nuova.

Segui Valentina su Lookdarifare 

Leggi anche: