Una donna di origini romene, badante di cinquant’anni, stamattina ha ucciso a coltellate il proprio compagno, un uomo di sessant’anni e poi attorno alle ore 5 ha chiamato la polizia di Modena per costituirsi. “Venite, ho ucciso il mio compagno”, sarebbero state proprio queste le parole della presunta assassina. L’omicidio è avvenuto a pochi passi dal centro storico di Modena, in una palazzina di via Mar Adriatico.

Dai primi rilievi effettuati dagli inquirenti, sembra che il sessantenne sia stato ucciso a causa di una decina di coltellate subite. L’arma del delitto, a quanto pare, un comune coltello da cucina. da chiarire, ad ogni modo, la dinamica di quanto accaduto. A parte la confessione della presunta omicida, non si sa ancora se la colluttazione sia scaturita da una lite tra la coppia oppure da altre cause anche perché pare che la donna non abbia ancora fornito spiegazioni in merito a quanto accaduto.

La donna svolgeva la professione di badante e si occupava dei genitori del proprio compagno, che fino a qualche anno fa avrebbero vissuto all’interno dell’appartamento di Modena dove sarebbe avvenuto l’omicidio di questa mattina. Sia l’imprenditore ucciso sia la compagna hanno figli da precedenti relazioni: l’uomo una figlia oggi trentenne, la sua compagna un ragazzo di vent’anni che a quanto pare vive in un’appartamento di Modena accanto a quello di via Mar Adriatico.