Un monaco Shaolin ha corso per ben 118 metri sull’acqua, segnando così il record mondiale. L’impresa singolare, seconda solo al miracolo nei Vangeli, è stata resa possibile grazia a una struttura mobile in legno, utilizzata per agevolare il movimento in acqua.

Ci sono voluti sei tentativi affinché Shi Liliang, il monaco in questione, potesse battere il record in una riserva in Cina. Sulla superficie dell’acqua un ponte fatto di tavole di legno, spesse solo un centimetro e legate fra di loro con una corda. Prima dei tentativi, la verifica della stabilità della struttura: un masso è stato gettato sulla piattaforma, per dimostrare come anche il minimo peso avrebbe potuto causarne l’affondamento. Dopo qualche caduta in acqua, e una grande velocità di corsa, l’atleta ha finalmente tagliato il traguardo.

Fonte: Express