Prosegue il botta e risposta infuocato tra la CEI e il mondo politico italiano. Il segretario della Conferenza Episcopale Italiana Monsignor Nunzio Galantino, dopo le polemiche dei giorni scorsi sui migranti, torna ad attaccare i leader politici italiani.

Galantino si è rifiutato di prendere parte alla Lectio magistralis degasperiana a Pieve Tesino in Trentino-Alto Adige per non alimentare ulteriori polemiche, ma il testo dell’intervento è stato diffuso, suscitando una nuova ondata di critiche. Monsignor Galantino non ha rinunciato a lanciare una frecciatina contro la classe dirigente italiana, sottolineando le differenze tra la politica di Alcide De Gasperi e quella odierna, imparagonabili:

La politica di De Gasperi non è quella che siamo stati abituati a vedere oggi, vale a dire un puzzle di ambizioni personali all’interno di un piccolo harem di cooptati e di furbi.

La replica dei leader politici alle dichiarazioni di Monsignor Galantino

Durissima la replica degli esponenti politici italiani. Daniela Santanché di Forza Italia tuona:

In quanto a cooptati, harem e furbi, evidentemente Galantino in quanto capo dei vescovi se ne intende assai.

Fabrizio Cicchitto di NCD chiede al segretario della CEI giudizi meno emotivi e più razionali:

Non possiamo fare a meno di marcare il nostro dissenso nei confronti di Galantino, ci aspettiamo analisi più serie, culturalmente più fondate, e più capaci di comprendere la realtà nella sua complessità e nelle sue contraddizioni e non battute a effetto.

Ancora più duri i toni di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord che si era già scontrato con il vescovo sul tema dell’immigrazione:

Monsignor Galantino è più a sinistra di Rifondazione. Non so da quale uovo sia uscito.

Il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio accusa Mons. Galantino di qualunquismo e di alimentare nostalgie poco salutari per il Paese. Francesco Boccia del PD si dichiara invece d’accordo con il giudizio impietoso di Galantino:

Da uomo di chiesa anche stavolta è stato troppo buono, quell’harem purtroppo è sempre più affollato e ancora più grande.

Il presidente della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi Giuseppe Tognon  afferma di comprendere le ragioni che hanno spinto il segretario della CEI a rinunciare al suo intervento per non alimentare le polemiche. Confermato invece l’intervento di Galantino al Meeting di Comunione e Liberazione, in programma per il 21 agosto prossimo a Rimini.