Il soccorso alpino ha infine trovato il corpo di Robin Schonberg, lo scialpinista finlandese che nella giornata di ieri era stato segnalato come disperso sul ghiacciaio del Lys, sul Monte Rosa.

Il ragazzo neanche diciottenne era scomparso proprio davanti agli occhi del padre, inghiottito all’improvviso dal crollo del ponte di neve che stavano attraversando. Il genitore aveva raggiunto la capanna Gnifetti, a 3800 metri di quota, e da lì aveva chiesto aiuto.

Dopo una lunga ricerca durata quasi un giorno le guide sono riuscite a ritrovare il corpo del giovane, precipitato a circa 35 metri di profondità all’interno del crepaccio sotto al Monte Balmenhorn.

Il corpo è stato poi portato nella camera mortuaria di Gressoney-La-Trinité, dove i familiari hanno potuto adempire alle penose operazioni del riconoscimento ufficiale. da parte dei familiari.

Robin avrebbe compiuto 18 anni proprio oggi: il ragazzo aveva scelto il Monte Rosa come meta per festeggiare l’importante compleanno.