Luca Cordero di Montezemolo è sempre più vicino alla presidenza di Alitalia-Ethiad. Dopo l’addio alla Ferrari, il prossimo ex patron della rossa è pronto a una svolta nella sua vita professionale: Nelle ore precedenti l’annuncio delle dimissioni da Maranello, si sarebbero intensificati i contatti diretti con l’amministratore delegato di Etihad, James Hogan. Il numero uno della compagnia di Abu Dhabi è atteso in Italia nella giornata di domani, giovedì 11 settembre, in cui incontrerà il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi e i sindacati per un primo confronto.

Potrebbe essere l’occasione per un incontro con lo stesso Montezemolo (foto by InfoPhoto) con cui i rapporti sono consolidati da tempo, sia con i vertici della compagnia aerea che con il mondo degli affari degli Emirati. Montezemolo sarebbe anche uno dei tasselli che gli emiri vogliono per la presidenza della nuova Alitalia, dopo la scelta di Silvano Cassano come amministratore delegato. Dietro la nomina ci sarebbe anche il ruolo svolto dallo stesso Montezemolo nei negoziati che hanno facilitato la dialettica fra le parti nei momenti più caldi della trattativa tra le due compagnie di bandiera.

E un primo via libera a Montezemolo ci sarebbe già: indiscrezioni del Messaggero parlano di un sì da parte di banche, Governo e della stessa Etihad. Montezemolo ha peraltro già ottenuto diversi endorsment. Non ultimo quello di Federico Ghizzoni, ad di Unicredit, a margine di una conferenza stampa a Milano: “Vista la sua vasta esperienza, potrebbe essere un buon nome per la presidenza di Alitalia”. Un ulteriore e pesante imprimatur era arrivato ieri da Giovanni Castellucci, Ceo di Atlantia, azionista della compagnia aerea e di Adr. “Le competenze di Montezemolo e la conoscenza dell’operazione sono tali che ne farebbero un ottimo presidente” ha detto in riferimento all’alleanza con Etihad. Per l’investitura ufficiale di LCDM, che a questo punto potrebbe anche entrare con una partecipazione non simbolica in Alitalia, bisognerà prima attendere il verdetto dell’Antitrust Ue sull’alleanza tra le due compagnie.

LEGGI ANCHE

Il saluto di LCDM “Grazie a donne e uomini eccezionali”

Montezemolo lascia Ferrari: la gloriosa carriera di un presidente vincente

UFFICIALE: Montezemolo lascia la Ferrari, Marchionne il nuovo presidente

Marchionne contro Montezemolo: incontro a Maranello

Il botta e risposta con Marchionne durante il GP di Monza

Montezemolo lascia la Ferrari: lo sfogo del presidente

F1 Monza 2014: ultimo GP d’Italia per Montezemolo?

Montezemolo F1 2014: se la Ferrari arriva seconda si scatena il putiferio