Mario Monti non ha risparmiato critiche nei confronti di Silvio Berlusconi durante la conferenza stampa di oggi, in particolare sul Berlusconi dell’ultimo mese. Puntualizzando che non si doveva essere sorpresi dalle sue dimissioni dopo l’intervento di Alfano alla Camera il 7 dicembre, in cui essenzialmente lo sfiduciava, il Professore ha dichiarato: “Le parole pesano, soprattutto quando vengono pronunciate in Parlamento. Credo che nessuno potesse interpretare quella dichiarazione come qualcosa di diverso da una di sostanziale sfiducia. Non potevamo continuare e quindi ho presentato le dimissioni. Le parole di Alfano sono un giudizio politico pesante: che il governo abbia peggiorato le cose, e che si sia sbilanciato da una parte politica. Considero ancora più grave considerare che il Governo si sia piegato verso una delle parti, il Pd. Cedevolezza no. Condizionamenti, sì. Da tutte e tre le parti”.

Monti (foto by InfoPhoto) ha poi proseguito: “Vorrei invitare tutti a leggere positivamente questa vicenda e dare peso e serietà alle parole e ai giudizi. Non abbiamo voluto continuare un giorno di più, anche perché non avrei voluto che si creasse un equivoco. Non abbiamo chiesto noi di governare. Se si ritiene che si sia governato male, non avrebbe avuto alcun senso continuare, e così è stato”.

Direttamente sul Cavaliere: “Mi sento di dire una parola di gratititudine e una di sbigottimento nei confronti di Silvio Berlusconi. La gratitudine va indietro nel tempo, quando mi designò alla Commissione europea, ma anche durante questo anno. Ma talora faccio fatica a sentire la linearità del suo pensiero, soprattutto sull’operato del mio governo. Ieri ho sentito l’apprezzanmento: “un disastro completo”. Pochi giorni prima ho sentito espressioni lusinghiere. Altri giorni prima ho sentito accanto a critiche l’offerta al sottoscritto di prendere la leadership dei moderati. E’ un quadro di comprensione mentale che mi sfugge. Questo non poteva costituire la base dell’accettazione di una proposta, se pure luisinghiera, come guidare una coalizione dei moderati”.

LA FINE DELLA LEGISLATURA

Monti conferenza stampa: potrei guidare un governo credibile favorevole alla mia agenda

Fine legislatura: partiti sparsi in attesa di Monti

Elezioni politiche: Napolitano ha sciolto le camere

Elezioni politiche: E’ ufficiale, Mario Monti si è dimesso