Progetto bloccato nel 2010 da Milly Moratti

Mentre l’Italia calcistica è sommersa dal caso calcio scommesse il presidente dell’Inter Massimo Moratti continua la sua marcia per la creazione dello stadio di propriatà nerazzurra.
Nel 2010 la società Inter portò al vaglio il progetto del nuovo stadio ma fu proprio la moglie del presidente Milly Moratti a bloccare la realizzazione smontando pezzo per pezzo il piano di lavoro presentato in consiglio.
Oggi Moratti si è presentato negli uffici del primo cittadino di Milano Pisapia, l’incontro è durato circa 40 minuti e si presume che si sia parlato del progetto che ha in mente il patron nerazzurro, nel 2010 il costo della realizzazione dello stadio sarebbe stata davvero irrisoria rispetto all’attuale.
Massimo Moratti per costruire il nuovo stadio ora dovrà acquistare il terreno e lo spazio volumetrico disponibile, per la costruzione sembrerebbe essersi accordato con la China Railway Construction, famosa società dell’industria Cinese, con a capo Hu Feng Chao Meng disposto a finanziare parte del progetto.
Se la burocrazia non fermerà Massimo Moratti l’Inter tra qualche anno potrebbe lascaire lo stadio Giuseppe Meazza per approdare nel nuovo stadio, a questo punto la società nerazzurra sarebbe la seconda società di calcio italiana ad avere un stadio di proprietà dopo la Juventus.