Aveva picchiato e torturato assieme al compagno, il figlio fino a farlo morire.

Il piccolo Daniel, infatti, dopo un anno di violenza e torture, non ce l’ha fatta: veniva tenuto chiuso in una gabbia in mezzo alla sporcizia e ai suoi escrementi, veniva costretto ad ingoiare sale e a servire i genitori nonché a pulire la casa.

Nel 2013 la mamma di Daniel e il compagno vennero così condannati all’ergastolo.

Oggi dopo due anni di carcere, Magdalena Luczack, questo il suo nome, è morta in carcere, le cause del decesso, però, non sono state rese note.

Fonte: Mirror