Svolta nel caso della donna romena di 27 anni che è stata trovata morta dai carabinieri, all’interno di un garage, insieme ad un feto. Una macabra scoperta che i militari avevano fatto a Ceglie Messapica, nel Brindisino, lo scorso 31 ottobre. Adesso, però, è stato trovato anche un secondo neonato, avvolto in una traversa e chiuso all’interno di una busta. A scoprirlo ancora una volta i militari che, dopo aver effettuato l’autopsia, si sono resi conto della presenza di un secondo cordone ombelicale. In garage, dunque, ci sarebbe dovuto essere il secondo feto. E così è stato.

Trovato un altro feto nel garage

Stando alle prime informazioni trapelate, i medici che hanno eseguito l’autopsia sulla madre e sul primo feto, hanno potuto constatare che la gravidanza era giunta al termine e che la bambina, così come il gemello, nata viva, poi sarebbe morta affogata. Oggi verrà eseguito l’esame autoptico anche sul secondo feto per conoscerne il sesso e per capire le cause della morte.

Donna trovata morta insieme ad un feto

La donna, una romena di 27 anni, è deceduta a causa di un’emorragia subito dopo il parto: la giovane, infatti, avrebbe partorito da sola nel garage, al piano terra di una palazzina di Ceglie Messapica. Adesso sui due feti verrà eseguito anche il test del Dna.