È giunta oggi la notizia della morte suicida di Tony Scott, il regista fratello del più celebre Ridley Scott.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni statunitensi, il regista si sarebbe lanciato da un ponte nei pressi di Los Angeles, li sarebbe stato visto da alcuni testimoni che avrebbero lanciato l’allarme.

Vicino al luogo della tragedia, avvenuta verso le 12:30 di ieri, è stata ritrovata la sua auto, una Toyota Prius, all’interno della quale sono stati trovati alcuni numeri di telefono segnati su un foglio.

Nel suo studio invece sarebbe stata ritrovata una lettera che avrebbe annunciato la sua scelta.

Ancora non si conoscono le cause di questo gesto.

Tony Scott, 68 anni, era diventato celebre per la regia del film cult ‘Top Gun’ che lanciò tra le stelle di Hollywood un giovane Tom Cruise.

Proprio in questo periodo si mormorava che Scott e Cruise stessero pensando ad un secondo capitolo del film.

Tony Scott verrà ricordato anche per ‘Giorni di tuono’, ‘Allarme rosso’ film lancio per Denzel Washingont, e ‘Unstoppable’.