Russia Today ha diffuso la notizia che almeno 20 mila persone sarebbero state evacuate nella città di Mosca, a causa di una serie di allarmi bomba simultanei. In particolare, nella capitale russa sarebbero stati evacuati stazioni ferroviarie, università e negozi, per almeno un totale di trenta strutture diverse. Secondo la testata che ha riportato la notizia, quello che avrebbe colpito Mosca sarebbe una sorta di terrorismo telefonico poiché le notizie di eventuali presenze di ordigni sarebbero state diffuse telefonicamente e simultaneamente.

Secondo l’agenzia di stampa russa – la Tass – le telefonate sarebbero proseguite anche in seguito alle prime evacuazioni. Tra i luoghi che sono stati evacuati, due università di Mosca (la Sechenov Medical University e l’università statale MGIMO) mentre tra i centri commerciali è stato evacuato anche Gum, situato nei pressi della nota Piazza Rossa.

La situazione a Mosca non è dunque delle migliori. Si sta lavorando per capire cosa possa essere accaduto e soprattutto chi possa essere stato il regista di questo atto di terrorismo telefonico. Al momento, infatti, a parte le evacuazioni eseguite per sicurezza, non sembrano essersi verificati episodi e attacchi di alcun tipo. Al vaglio anche l’eventuale credibilità delle telefonate che continuerebbero ad arrivare.