Il loro scopo, seppur assurdo, era quello di far resuscitare Vladimir Lenin e ci hanno provato lanciando secchiate di “acqua santa” sulla porta del mausoleo che ospita la salma del padre della Rivoluzione d’Ottobre.

Alzati e vattene!” -hanno  gridato i due attivisti protagonisti della singolare vicenda ripresa da una telecamera e postata su Youtube.

Oleg Basov e Ievgheni Avilov, questi i nomi dei due attivisti membri del gruppo artistico “Cavaliere Azzurro”, dopo essersi “armati” di due bottiglioni da 5 litri di acqua benedetta nella cattedrale della Madonna di Kazan, distribuita ai fedeli in occasione dell’Epifania ortodossa (dove si ricorda il battesimo di Gesù), hanno poi lanciato l’acqua contro la porta.

Il tutto si è scoperto essere poi il frutto di una performance artistica chiamata “l’esorcista”, performance però che non è piaciuta alla polizia che li ha colti in flagranza di reato e li ha posti in stato di fermo per una notte con l’accusa di “teppismo lieve” per la quale adesso rischiano 15 giorni di carcere. Il video: