Fino al 30 giugno i suggestivi spazi medievali del Museo e della Chiesa di Sant’Agostino, a Genova, ospitano la mostra dedicata al Genio di Leonardo Da Vinci e in particolare alle macchine funzionanti tratte dai Codici vinciani. Una rassegna di grande valore artistico e culturale che presenta circa 40 modelli riprodotti fedelmente da abili artigiani fiorentini. Il visitatore potrà entrare in contatto con il mondo affascinante e misterioso dell´avventura umana e professionale di uno dei personaggi più emblematici della storia dell´umanità. Intento della mostra è interessare e divertire, toccando, provando e sperimentando: le installazioni sono infatti interattive e possono essere azionate dal pubblico, favorendo così una presa di contatto diretta della poliedrica e pragmatica attività di Leonardo e contribuendo a sfatare il mito del genio distante dal quotidiano. Il visitatore potrà inoltre scoprire opere scultoree, pittoriche e affreschi che trovano un´ambientazione suggestiva e ideale negli ampi e luminosi spazi dell´ex complesso monastico restaurato. Un interessante film documentario sarà riprodotto a ciclo continuo durante l’orario di visita della mostra e, nel coro della chiesa, per l’occasione sarà esposta una meravigliosa interpretazione dell’ “Ultima Cena” realizzata dall’artista Roberto Altmann.

I temi toccati dalla mostra sono quattro: il volo, la meccanica, la guerra e l’acqua. Molto interessante e divertente è la sezione dedicata alla meccanica dove, interagendo con le installazioni, si può osservare il funzionamento del martello a camma (un macchinario ideato da Leonardo per la lavorazione dei metalli il cui ingranaggio portante – la camma appunto – è alla base dell’architettura dei moderni motori a scoppio, o della sega idraulica), e ancora l’ingranaggio elicoidale, tuttora in uso nelle fabbriche meccaniche, passando per l’automobile a balestre, l’antenato della bicicletta e la camera degli specchi.

L’esposizione è frutto dell’ingegno e della passione di Paolo Tarchiani, artigiano toscano che con la sua equipe realizza e porta in giro per il mondo le opere meccaniche di Leonardo da Vinci, riprodotte seguendo scrupolosamente i carteggi contenuti nei codici davinciani e utilizzando esclusivamente i materiali indicati dal maestro. La realizzazione delle opere, come sottolinea Tarchiani, «avviene utilizzando gli schizzi di Leonardo, che però danno delle indicazioni parziali di come tali macchinari debbano essere costruiti». Infatti, continua l’artigiano toscano «Leonardo ometteva di proposito alcuni particolari per evitare che altri potessero copiare le sue macchine. Una sorta di precursore del segreto industriale». Tuttavia i notevoli risultati ottenuti dall’azianda Matart hanno fatto sì che le opere di Tarchiani siano state esposte nei più importanti musei del mondo, tra cui l’Art Center di Vienna e Berlino, il Memorial War Museum di Auckland, il Museum of Science and Industry di Chicago e il Memorial War Museum of Korea di Seoul, per rientrare quindi in Italia con la grande esposizione ospitata a Genova: un’occasione imperdibile per grandi e piccini!

PREZZO DEL BIGLIETTO: intero 7 euro; ridotto 6 euro.

VISITE GUIDATE GRATUITE tutti i sabati alle ore 11 e alle ore 15.