Ai tempi del web e dei social networks è piuttosto semplice tracciare le abitudini degli italiani. Basti pensare alle ricerche effettuate a Roma e a Milano, anche in fatto di movida, per averne una prima idea. Ad esempio basta guardare alla raccolta di dati eseguita da Yelp (specialista nella ricerca delle migliori attività commerciali su base locale) per capire abitudini, preferenze, differenze e curiosità sulla vita notturna nelle due principali città italiane.

La prima curiosa differenza tra le abitudini di milanesi e romani si riscontra a partire dalle ore 18:00, non appena terminata la giornata lavorativa, con i primi alle prese con il dovere e i secondi col piacere, tanto da incoronare i meneghini “formiche” e i capitolini “cicale”. Il più grande desiderio dei romani è infatti quello di chiudere la giornata con un massaggio, per ritrovare il benessere fisico e liberare la mente. I milanesi, invece, dopo otto ore di lavoro sono ancora immersi nel ritmo frenetico della quotidianità e cercano previdenti un supermercato in cui fare la spesa prima di tornare a casa.

Milano si conferma una città di geek: qui la tecnologia è protagonista non solo della vita lavorativa ma anche privata degli utenti, dove smartphone e tablet sono oggetti irrinunciabili. Alle 18:00, infatti, nel capoluogo lombardo partono le ricerche di negozi di computer, per la riparazione di cellulari e di PC, termini di ricerca che a Roma non compaiono. A Roma, invece, ci si divide tra aspirazioni personali e culto del benessere fisico. Tra i termini di ricerca scelti esclusivamente dagli utenti della capitale ci sono – sempre a partire dalle ore 18:00 – le agenzie per il lavoro e le piscine.

Anche le somiglianze tra milanesi e romani sono davvero numerose però. La cena, ad esempio, rappresenta un momento sacro della giornata, per cui chi sceglie di mangiare fuori casa non vuole farsi cogliere impreparato. A partire dalle ore 19:00 le ricerche si concentrano sulla ricerca dei ristoranti e, sia a Milano che a Roma, le cucine preferite sono pizza e sushi, meglio ancora se all you can eat. Sia a Roma che a Milano, chi non si distrae proseguendo la serata all’insegna della movida alle ore 21:00 è già alla ricerca di una palestra. Infine, anche le scelte per la seconda serata di milanesi e romani corrono sullo stesso binario. I must delle due città sono karaoke, discoteche e locali gay.