Intervistato dal giornalista Gianluigi Nuzzi per la rassegna letteraria ponza d’autore, e poi pubblicato sul blog di Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio, il “guru” del Movimento Cinque Stelle ci è andato giù pensante sulla situazione del nostro paese dichiarando: ”Il Paese avrà nei prossimi mesi uno shock economico che potrebbe portare a disordini, rivolte. Qualcosa che non può essere dominato dalla politica”.

Con queste parole si è presentato al grande pubblico Casaleggio che non prevede in realtà “una guerra civile, ma “situazioni difficilmente controllabili dal punto di vista dell’ordine pubblico” specificando: “Io penso che il Paese avrà nei prossimi mesi, non so quanti, uno shock economico. Uno shock che potrebbe portare a una ridefinizione della rappresentanza politica, cioè non quella attuale, oppure a uno spostamento della politica da problemi politici a problemi di carattere sociale: disordini, rivolte. Quindi qualcosa che non può essere dominato dalla politica“.

Il Paese per il fondatore del M5S  ”ha bisogno di una svolta e questa svolta tarda a venire mentre l’economia continua a peggiorare sensibilmente”. 

Sul suo Movimento è stato chiaro: “Il Movimento ha un gradimento stabile il gradimento degli italiani verso il Movimento Cinque Stelle è sostanzialmente stabile rispetto alle elezioni politiche”. E sui sondaggi che registrano una flessione, replica: “Non credo ai sondaggi”.

Su Matteo Renzi sempre in cima al gradimento dell’opinione pubblica e giorno dopo giorno più deciso a candidarsi come Segretario del PD e poi Premier “Renzi? è una corrente politica del Pd”.

Per quanto riguarda la politica vera e propria “Se Giorgio Napolitano chiedesse al M5S, di entrare in un nuovo governo con il Partito Democratico?” Casaleggio ha replicato: “Uscirei dal movimento. Un governo Pd-M5S “impraticabile“.