Caso sospetto relativo al morbo della mucca pazza a Padova, dove da circa un mese è ricoverata in gravi condizioni una donna presso l’ospedale Sant’Antonio. Gli accertamenti medici avrebbero infatti confermato l’infezione della malattia di Creutzfeldt-Jakob, fatale per gli esseri umani.

A Padova la paziente, una donna di 75 anni, aveva manifestazione problemi motori e cognitivi, con un progressivo peggioramento delle condizioni che hanno imposto alla famiglia il trasferimento a Verona, dove l’esame ha dato esito positivo.

La conferma definitiva arriverà però solamente in seguito alle analisi e ai successivi risultati dell’esame autoptico, quindi dopo la morte: la donna ha già perso parte della memoria e continua a manifestare difficoltà nella deambulazione.

È invece di sabato scorso la morte di una anziana di 76 anni a Pistoia, che aveva iniziato ad accusare i sintomi caratteristici a inizio aprile: anche i famigliari della vittima attendono i risultati per la conferma ufficiale.

Risale invece a questo febbraio l’ultimo caso sospetto registrato, questa volta a Roma, dove un uomo di 62 anni aveva perso la vita dopo il ricovero avvenuto in circostanze molto simili. Nel 2015 un altro caso analogo in Salento, mentre nel 2014 erano stati ben 7 gli incidenti di questo tipo che avevano messo in allarme gli esperti.