Molto presto potrebbero arrivare le multe per colpire coloro che gettano le cicche a terra anche nella città di Roma. La giunta comunale capitolina starebbe infatti per approvare quella che almeno per il momento è ancora soltanto una bozza del regolamento della Polizia urbana. Le multe previste, per coloro che non osserveranno il divieto e in barba a questo getteranno le cicche a terra, potrebbero essere piuttosto salate: si tratta di ammende che arriverebbero a toccare quota centocinquanta euro.

Le multe dovrebbero essere inserito all’interno dell’articolo 4 del nuovo regolamento della Polizia urbana, che recita: “Nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, a salvaguardia della sicurezza e del decoro della città, non è consentito gettare mozziconi o, comunque, avanzi di tabacco“. Chi dovesse trasgredire, potrebbe essere multato fino a centocinquanta euro.

L’entità della somma massima delle multe è però ancora oggetto di discussione all’interno della giunta capitolina. Tuttavia si è fermamente convinti di voler introdurre alcune norme che possano contribuire a salvaguardare il decoro urbano, mettendolo al riparo dalle migliaia di cicche che vengono gettate a terra ogni giorno, sporcando e inquinando.

La giunta romana starebbe studiando anche regole per vietare l’accattonaggio molesto, per impedire che si bivacchi nei luoghi pubblici o che ci si sieda sui monumenti e infine per vietare di lavare i vetri ai semafori.