Si chiamava Giulia, la ragazza di 22 anni che sognava di diventare un’insegnante di lettere e che, invece, è morta il 23 maggio scorso a causa di un tumore partito dalle ghiandole e poi finito nel fegato che le ha tolto la vita. L’Università del Salento, per la prima volta, ha deciso di proclamare oggi 23 luglio Giulia Romano dottoressa in Lingue, Culture e Letterature Straniere. Le mancavano soltanto due esami e la tesi. Poi si sarebbe laureata. Queste le parole di mamma Daniela al Mattino:

Gliel’ho annunciato, era in ospedale, in stato di sedazione profonda. Non so se sia stato un caso, ma in quel momento i battiti del suo cuore sul monitor sono aumentati.

La 22enne ha scoperto di avere un tumore nel 2017:

Mio marito ed io sopravviviamo solo per il pensiero di averla avuta accanto nei ventidue anni più belli della nostra vita e perché se annullassimo noi stessi annulleremmo anche lei, il nostro modo di farla sopravvivere. Forse per questo pubblicheremo i suoi diari.

E infine:

Abbiamo sparso le sue ceneri. Poi, tutti vestiti – era fine maggio – ci siamo buttati in acqua con i suoi amici e le sue amiche. E siamo andati a brindare. È stata una festa, proprio come aveva chiesto Giulia un giorno: ‘se mai mi succedesse qualcosa, non piangete. Ricordatemi con un brindisi e un sorriso’.