Tragedia in via Nomentana a Roma, attorno alle ore 12, quando all’altezza del civico 303 un uomo sarebbe stato investito e ucciso sulle strisce pedonali da un autobus che non si sarebbe fermato e avrebbe proseguito la sua corsa. A raccontare come sono andate le cose sarebbero stati alcuni testimoni, che avrebbero visto l’autobus e l’uomo arrancare per qualche metro prima di cadere a terra e non riprendere più conoscenza.

La vittima, riconosciuta grazie ai documenti, è un uomo di quasi ottant’anni che abitava nel quartiere Trieste. Secondo una prima ricostruzione della dinamica del tragico incidente, il conducente dell’autobus avrebbe urtato l’uomo con la parte posteriore del mezzo – ipotesi che porterebbe alla conclusione che l’autista non si sia affatto accorto di quanto accaduto. La costruzione della dinamica potrebbe essere favorita dal racconto dei testimoni, che avrebbero visto l’uomo inciampare proprio mentre stava per transitare l’autobus che lo avrebbe poi investito e ucciso.

Le indagini potrebbero essere aiutate anche dalla lista dei mezzi che la polizia municipale di Roma avrebbe già richiesto all’Atac. Grazie ad essa potrebbe essere più facile risalire ai bus che sono transitati attorno al luogo dell’incidente nella fascia oraria in cui esso è accaduto.